encyclopedia

Aquila di mare

Caratteristiche: L’unico aspetto che richiede attenzione è l’aculeo. Come numerose specie affini si nutre cacciando animali che vivono sul fondale, snidandoli dal sedimento con il movimento delle pinne o soffiandoci sopra getti d’acqua. Ottima nuotatrice, si trova sia sui fondali di baie, lagune e estuari che in mare aperto, dove riesce a saltare fuori dall’acqua per sfuggire ai predatori. Spesso si trova in gruppi. Nome scientifico: Myliobatis aquila Habitat: Atlantico orientale, Mediterraneo, Oceano Indiano sud-occidentale. Dimensioni: Lunghezza 2,5 metri o più, Peso 20-30 Kg. Riproduzione: Vivipara Dieta: Gasteropodi e crostacei bentonici. Pericolosità per il sub: 2 su 5 Quando trovarlo: Insabbiata durante il giorno, si attiva la notte. Status:...

Read More

Aquila di mare – Segnale

Questo segnale indica di aver avvistato un’aquila di mare. Si risponde con il segnale OK. Successivamente al segnale di OK del compagno, avendo la certezza di aver richiamto l’attenzione del compagno, si indica la zona dell’avvistamento. Avvicinare i pollici tenendo le mani con i palmi rivolti verso il basso e aperte. Simulare il movimento tipico dell’aquila di mare muovendo le mani dall’altro verso il basso e...

Read More

Aragosta

Caratteristiche: è una specie con abitudini gregarie e piuttosto sedentaria e forma spesso colonie con altri individui. Nome scientifico: Palinurus elephas Habitat: Mar Mediterraneo e Oceano Atlantico Dimensioni: raggiunge una lunghezza di circa 50 cm. ed il peso di 8 Kg. Riproduzione: oviparo Dieta: si nutre principalmente di plancton, alghe, spugne, anellidi, echinodermi, briozoi, crostacei e pesci, a volte anche carcasse di questi. Pericolosità per il sub: 1 su 5 Quando trovarlo: è sostanzialmente un animale notturno e si trova sui fondali rocciosi o ghiaiosi, in anfratti e tane dai 20 metri ai 70 metri di profondità. Status: comune...

Read More

Astice

Caratteristiche: è un pesce che spesso si mostra aggressivo e per nulla timido, ad eccezione del periodo della muta, durante il quale, essendo più vulnerabile agli attacchi dei predatori, si rifugia in tana. Nel giro di pochi giorni l’astice è in grado di riformare le chele eventualmente perse o danneggiate durante combattimenti con predatori o altri organismi della stessa specie. Nome scientifico: Homarus Gammarus Habitat: Mar Mediterraneo settentrionale, Nord Atlantico. Dimensioni: può raggiungere i 50-60 cm di lunghezza e raggiunge un peso di circa 2 kg. Riproduzione: oviparo Dieta: si nutre di molluschi e altri crostacei di cui rompe conchiglie e carapaci grazie alle grosse chele, di oloturie e altri organismi bentonici. Si ciba anche di resti di altri organismi arrivati al fondo e di vegetali. Le prede sono individuate grazie alla buona vista ed alle antenne, importanti organi sensoriali. Pericolosità per il sub: 2 su 5 Quando trovarlo: è un animale prevalentemente notturno e lo si trova principalmente in fondali rocciosi da pochi metri fino ad oltre 50 metri. Status: comune...

Read More

Attinia Alice

Caratteristiche: è una specie che durante la notte caccia espandendo i suoi tentacoli. Una volta che la preda viene catturata, i tentacoli si ripiegano verso la bocca. I suoi tentacoli sono fortemente urticanti. Nome scientifico: Attinia Mirabilis Habitat: Mar Mediterraneo, Mar Rosso, Caraibi e Oceano Atlantico Dimensioni: eretta può raggiungere i 40 cm di altezza Riproduzione: oviparo Dieta: si nutre di piccoli pesci e organismi del plancton Pericolosità per il sub: 4 su 5 Quando trovarlo: attinia dalle abitudini notturne in quanto si espande per l’alimentazione distendendo i tentacoli mentre di giorno si mostra contratta, piuttosto semplice e poco appariscente. Si trova in fondali detritici da pochi metri di profondità e fino a circa 50-60 metri, principalmente in corrente. Status: comune...

Read More

Listing Categories

Enciclpedia categorie