È stato recuperato nei giorni scorsi a Favignana nei fondali fra Cala Galera e Cala Galeotta un ceppo d’ancora romana segnalato dal favignanese Andrea Catalano nelle scorse settimane. Il recupero è stato effettuato dai subacquei della Soprintendenza del Mare Fabrizio Sgroi e Marcello Consiglio in collaborazione con la Guardia Costiera di Favignana, l’AMP Isole Egadi e lo Scuba Diving di Favignana che ha fornito uomini e mezzi per le operazioni.

Il ceppo d’ancora di piombo, lungo circa 120 cm per 120 chilogrammi di peso, è in buone condizioni ed è databile tra il IV il III sec. d.C. Il reperto è ora custodito dal direttore dell’AMP Stefano Donati che provvederà a sottoporlo ad un primo trattamento di desalinizzazione in attesa delle operazioni di restauro e consegna definitiva ad una struttura espositiva.