World Animal Protection, organizzazione No Profit che da più di 30 anni opera per la salvaguardia degli animali e dell’ambiente, scende in campo contro le reti abbandonate, più di 640.000 tonnellate di attrezzi da pesca abbandonati dai pescherecci che ogni hanno mietono migliaia di vittime foche, tartarughe e balene e molti altri animali. E per tentare di migliorare la situazione lancia un appello direttamente ai subacquei, che più di tutti hanno a cuore la salvaguardia dell’ambiente marino.

I divers sono invitati a segnalare tramite il  link http://www.worldanimalprotection.org/sea-ghost-gear/add le attrezzature da pesca abbandonate, anche attraverso foto, indicando nella mappa disponibile alla pagina il luogo del ritrovamento. Grazie all’aiuto dei subacquei l’organizzazione potrà così raccogliere il materiale necessario per inoltrare ai governi richieste ufficiali affinché vengano presi provvedimenti per risolvere questo grave problema, disastroso per la salute del mare.