A 72 anni dalla scomparsa è stato ritrovato il relitto di un caccia bombardiere inglese abbattuto durante la II Guerra Mondiale nei cieli del nord della Norvegia e inabissatosi nelle gelide acque del Mare di Barents. Si tratta di un bombardiere Handley Page Halifax in dotazione alle forze aeree della RAF fino alla fine del secondo conflitto mondiale e utilizzato anche per missioni non militari. L’aereo ritrovato apparteneva allo squadrone decollato da Kinloss il 28 aprile 1942 e la sua missione era individuare e affondare la Tirpitz, la nave tedesca più grande e pesante dell’epoca. Secondo quanto ha dichiarato il professore Martin Ludvigsen, del dipartimento di tecnologia marina presso la Norwegian University of Science and Technology, i resti dell’aereo sono stati trovati da una società di costruzioni e successivamente i ricercatori hanno potuto identificare con certezza l’aereo grazie ad una veicolo subacqueo radiocomandato che si è immerso a 180 metri di profondità dove giace il relitto. Il sito sarà ora protetto come una tomba di guerra visto che molto probabilmente i resti dei due piloti che non riuscirono a salvarsi si trovano ancora a bordo.