È stata realizzata dall’artista inglese Jason de Caires Taylor la più grande scultura sottomarina mai realizzata installata nei giorni scorsi nelle acque di New Providence alle Bahamas. L’enorme statua, alta 5,5 metri dal peso di ben 60 tonnellate, è ispirata al mito greco del Titano Atlante che, per punizione divina, è costretto a sostenere il mondo sulle spalle e rappresenta una ragazza che sembra appunto sostenere sulle proprie spalle il peso di tutti i mari della Terra.

Attraverso la realizzazione di un reef artificiale, l’artista ha voluto comunicare la delicatezza dell’ecosistema marino ricordando quanto sia importante che tutti si sentano coinvolti e partecipi nell’immane sforzo che comporta il recupero e la conservazione dei nostri mari. Proprio per non creare danni all’ambiente per la realizzazione dell’opera è stato impiegato uno speciale cemento marino a pH neutro molto resistente che non richiede rinforzi in metallo che col trascorrere del tempo si deteriorerebbero a causa della corrosione.