Si è svolto nei giorni scorsi presso National Oceanographic Center di Southampton in Inghilterra il Marine Imaging Workshop, un incontro dedicato a tutti gli scienziati che utilizzano le immagini per analizzare e studiare gli oceani, e le fotografie subacquee realizzate da due ricercatori italiani dell'ISPRA si sono piazzate sul gradino più alto del podio nel concorso fotografico che si è svolto al termine dell’evento.

Il concorso fotografico prevedeva le categorie Biota, Underwater Features, Human Footprint, Scientific Instruments/Gear e Manipulated photos e ogni ricercatore ha potuto concorrere con 4 immagini subacquee scattate negli ultimi due anni durante le operazioni a mare.
 
Il giudizio finale, affidato ad Alex Mustard, vincitore del European Wildlife Photographer Of The Year 2013 e del Wildlife Photographer Of The Year, 2013, ha premiato le foto di Michela Angiolillo e Simonepietro Canese, ricercatori dell’ISPRA, che hanno vinto il primo premio nella categoria Human Footprint e quello come miglior foto assoluta.
 
Entrambe le immagini provengono dal mare della Sardegna e sono state scattate nell’estate del 2013 utilizzando la tecnologia ROV (Remote Operating Vehicle), durante una campagna oceanografica condotta in collaborazione con l’Università di Cagliari.