Un team di studiosi dell’ Australian Institute of Marine Science e dell’Università Canadese di Toronto ha scoperto che il declino della popolazione mondiale degli squali potrebbe mettere a rischio anche la sopravvivenza delle barriere coralline. La diminuzione del numero degli squali, infatti, provoca anche la progressiva scomparsa dei pesci erbivori fondamentali nel mantenimento dei reef corallini e secondo Mark Meekan, capo della squadra di ricerca, i risultati ottenuti hanno dimostrato che dove si è registrato un calo della popolazione di squali, anche la catena alimentare si è modificata profondamente.

I risultati dello studio, durante il quale sono stati esaminati 300 chilometri di barriera al largo della costa nord occidentale dell’Australia, verranno pubblicati a breve sulla rivista PlosONE.