Tempo di lettura: < 1 minuto

È stato individuato a circa 42 metri di profondità nella zona del porto di Filicudi un relitto d’epoca romana con un carico di 13 macine per il grano. Il ritrovamento è stato effettuato da un subacqueo locale Antonello Berenati che ha poi informato della scoperta la Soprintendenza del Mare di Palermo che ora col responsabile archeologia per le isole Roberto La Rocca sta conducendo ulteriori accertamenti sul luogo della scoperta grazie anche alla consulenza dell’archeologo Philippe Tisseyre, esperto dei fondali della zona.

Questo ultimo ritrovamento va ad unirsi alle numerose scoperte effettuate in queste acque negli ultimi anni, così numerose da consentire la realizzazione di un percorso archeologico sottomarino progettato appositamente per i subacquei e creato ad opera dalla Soprintendenza.