Si trova nei fondali di Noli, in Liguria, l’orto sperimentale ribattezzato l’Orto di Nemo nel quale si sta coltivando il basilico all’interno di due biosfere subacquee. Il singolare esperimento è stato promosso dalla Mestel Safety, società del gruppo Ocean Reef, dopo una precedente test effettuato nel 2012, sempre nelle acque di Noli, quando il basilico germogliò dopo circa tre giorni dalla semina sviluppandosi in tempi rapidissimi.

Come ha spiegato il responsabile del progetto, le biosfere utilizzate hanno una climatizzazione stabile grazie al costante livello della temperatura del mare e una umidificazione altrettanto costante grazie all'evaporazione dell'acqua marina. Realizzate in materiale vinilico trasparente, ancorate sul fondale sono state collocate a circa 8 metri di profondità e all’interno sono stati sistemati i contenitori con i semi di basilico. L'impianto prevede il monitoraggio costante della coltivazione tramite una con telecamera e collegamenti streaming e via Skype, vedremo quindi come procederà l’esperimento.