I resti di una imbarcazione inglese risalente alla prima metà dell’800 sono stati ritrovati da un team composto da studiosi appartenenti all’INAH, il National Anthropology and History Institute del Messico, guidato da Helena Barba Meinecke, direttore dell’unità di archeologia subacquea della penisola dello Yucatan.

L’imbarcazione, una nave postale, affondò lungo la rotta verso le Bermuda dopo uno scontro con la barriera corallina mentre l’equipaggio, rigatosi su un isolotto, fu tratto in salvo da una nave a vapore e raggiunse la città de l’Havana.Gli archeologi subacquei autori della scoperta hanno trovato i resti delle caldaie, della sala macchina, oltre che degli alberi, delle eliche e delle ancora della nave.

Il relitto è stato localizzato in una zona denominata Alacranes Reef, nota per il fondale particolarmente insidioso per la navigazione, secondo gli studiosi, infatti, numerosi altri relitti potrebbero trovarsi in quest’area.