Tempo di lettura: < 1 minuto

Si chiama MaMaS la piattaforma sperimentale e gratuita grazie alla quale è possibile segnalare via  smartphone e tablet la posizione di delfini spiaggiati o in difficoltà.
La Protezione Civile ha già sperimentato questo strumento, sviluppato dalla Fondazione Cima (Centro internazionale di ricerca sul monitoraggo ambientale con sede a Savona) e che verrà ora impiegato per l’emergenza che si sta verificando nelle acque del Santuario Pelagos dei cetacei.

Aurelie Moulins, ricercatore della fondazione, ha spiegato che la filosofia di MaMaS si basa sul crowdsourcing' ovvero la combinazione di attivismo sociale, citizen journalism e informazione geospaziale. I cittadini vengono così invitati a partecipare attivamente alla conservazione dell’abiente.

MaMaS consente anche di verificare l'identificazione della specie grazie alla possibilità di allegare foto e video, le segnalazioni possono essere inviate direttamente a questo link https://mamas.crowdmap.com/reports/submit