Si chiama Yu ed è un esemplare di circa 25 anni la tartaruga speciale ospitata nell’acquario Suma Aqualife Park nella città di Kobe in Giappone.

Nel 2008 un pescatore rinvenne la tartaruga agonizzante e gravemente mutiliata, probabilmente a causa dell’attacco, la consegnò quindi all’acquaio di Kobe e da allora i biologi marini hanno incominciato a studiare il metodo migliore per restituire a Yu la possibilità di muoversi dotandola di pinne artificiali.

Sono state circa 25 le protesi realizzate per la tartaruga in questi anni, senza successo, ma le ultime pinne nuove di zecca sembrano finalmente essere la soluzione perfetta per la tartaruga Yu; si tratta di un paio di pinne di gomma attaccate ad una struttura di neoprene che consente alla tartaruga di muoversi naturalmente senza creare alcuna irritazione, come era accaduto con le precedenti protesi.

«Abbiamo lavorato durante per realizzare un impianto che non desse fatidio alla tartaruga e che non corresse il rischio di essere perso accidentalmente – ha dichiarato Naoki Kamezaki, curatore dell'acquario – e nonostante i numerosi tentativi compiuti sino ad oggi, Yu è l’unica tartaruga mutilata per la quale sia stato realizzata una protesi funzionante »