Tempo di lettura: < 1 minuto

Paolo De Vizzi, 39 anni, paraplegico dal 2006 a causa di un incidente stradale, dopo aver stabilito il record mondiale di immersione in profondità per disabili nel giugno dello scorso anno, immergendosi per 62,30 metri nei fondali di Gallipoli, si prepara ora ad un’altra impresa.

Ha deciso infatti di sfidare ancora se stesso restando sott’acqua per 20 ore consecutive e lo scopo questa volta non sarà battere un record, alcuni medici specializzati in medicina iperbarica dell’ospedale di Niguarda di Milano avranno il compito di studiare le reazioni del corpo di Paolo durante la lunghissima permanenza in acqua. E nel frattempo lui giocherà a dama coi suoi amici sul fondo del mare per ingannare l’attesa …