È stato scoperto 7 miglia al largo di Malta il relitto dell’Olympus, un sottomarino inglese affondato durante la Seconda Guerra Mondiale, una scoperta che pone fine ad un mistero che dura da 70 anni.

La notte dell’8 maggio del 1942, mentre l’isola era sotto il controllo tedesco e italiano, il sommergibile HMS Olympus tentò di lasciare il porto di Malta ma poco dopo essere partito colpì una mina e affondò rapidamente: dei 98 uomini di equipaggio solo 11 sopravvissero nuotando per 7 miglia nelle acque fredde e senza la guida delle luci della costa, oscurate dal coprifuoco.

Il punto esatto del naufragio è rimasto un mistero fino allo scorso anno quando un gruppo di ricercatori è riuscito ad individuare il relitto grazie allutilizzo di sonar a scansione laterale che ha rilevato il sottomarino adagiato sul fondo.

Fatta eccezione per i danni che ne hanno causato l’affondamento, il relitto è appoggiato sul fondale del mare in posizione verticale; il suo stato di conservazione pare sia ottimo e ora l’intenzione è quella di realizzare un video che spieghi la storia di questo sottomarino, del suo equipaggio e della missione che ha portato alla sua scoperta, 70 anni dopo l’affondamento.