Il centro di primo soccorso Tartnet dell’area marina di Punta Campanella ha tratto in salvo negli ultimi giorni quattro esemplari di tartaruga marina, i salvataggi sono stati possibili grazie anche alla collaborazione dei pescatori del Golfo di Salerno sensibili alla conservazione dell’ambiente marino.

Ora i quattro esemplari di Caretta caretta sono ospitati presso la Stazione zoologica A. Dhorn di Napoli e torneranno in mare aperto a primavera quando le condizioni e la temperatura del mare saranno più miti.

L'Area Marina Protetta di Punta Campanella tiene sotto controllo da cinque anni il fenomeno della cattura accidentale delle tartarughe marine nel Golfo di Salerno e dai dati raccolti sino ad oggi risulta che fra novembre e gennaio si verifica un aumento dei casi di tartarughe intrappolate nelle reti dei pescatori.