Alcuni sommozzatori della Provincia hanno effettuato nei giorni scorsi un ritrovamento davvero eccezionale: il relitto di una nave romana e il suo carico di 500 anfore, per la maggior parte integre e sigillate, sono state individuate al largo di Catania.

La Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali della Sicilia ha deciso di mantenere il più stretto riserbo sul luogo del ritrovamento e il relitto rimarrà sul fondo marino dove potrà essere studiato attentamente.

Anche la conferenza stampa per annunciare ufficialmente il ritrovamento è stata rimandata, era infatti prevista la presentazione al pubblico di un video girato durante il ritrovamento ma è stato deciso che il girato dovrà prima essere analizzato dai Carabinieri del Nucleo Tutela del Territorio che provvederanno ad eliminare qualsiasi elemento che possa aiutare a localizzare il relitto.