Potrebbe essere nascosta in un piccolo organismo marino, la ectenascidia turbinata, a metà fra una spugna e un corallo, la cura per il cancro. Sono stati presentati infatti al Congresso della Società Europea di Ginecologia (Esgo) i risultati di uno studio secondo il quale sarebbe dimostrata l’efficacia del principio attivo estratto da questo organismo contro i tumori dei tessuti molli e quelli ovarici.

All'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) di Milano si sta conducendo uno studio esplorativo per verificarne i risultati positivi anche per il cancro del pancreas (coordinatore Maurizio D'Incalzi) e al momento sono in corso anche sperimentazioni cliniche a livello europeo di questo farmaco sul tumore al seno e sui tumori pediatrici.