Apeks ha presentato quest’anno il nuovo erogatore XTX200, un primo e un secondo stadio dotati di una doppia configurazione dei convogliatori di scarico che, per le loro caratteristiche tecniche, ben si adattano a grandi profondità e acque fredde.

Il primo stadio a membrana, dotato di una finitura cromata lucida, garantisce alte prestazioni ed elevata affidabilità a qualunque profondità mentre i componenti interni di piccole dimensioni riducono gli attriti e sono protetti dall’ambiente esterno. Tutte le uscite MP sono configurabili sia a destra che a sinistra ed è dotato di sistema a camera secca che, usando l’aria stessa come coibente, assicura la miglior protezione termica possibile: la meccanica dell’erogatore, infatti, è totalmente isolata dall’ambiente esterno e mantiene la sua efficienza inalterata nel tempo.

Il secondo stadio è bilanciato pneumaticamente, l’aria arriva cioè a media pressione e contrasta l’apertura della valvola, in questo modo lo sforzo di erogazione si riduce e l’atto respiratorio diventa più semplice e meno faticoso soprattutto in profondità.