Il relitto di un mercantile veneziano datato nel periodo successivo al 1567 con a bordo otto pezzi di artiglieria e un carico di ceramiche turche di Iznik è stato trovato a 42 metri di profondità, nei pressi dell’isola di Mljet (Meleda) in Croazia.

La scoperta è eccezionale soprattutto perché la nave e le sue suppellettili erano perfettamente intatte, scampate miracolosamente fino ad oggi ai ladri di reperti archeologici e il ritrovamento della campana di bordo in bronzo ha permesso anche di datare con certezza il relitto.

La scoperta è stata fatta da una missione composta dall’Università dall'Università Ca' Foscari di Venezia e l'Istituto Croato di Restauro di Zagabria e il reperto è ora oggetto di una campagna di scavi archeologici sottomarini.